L’importanza delle descrizioni su Pinterest

Pubblicato il luglio 2, 2013 di

7


writing-and-ideas

Oggi parliamo di un elemento spesso sottovalutato su Pinterest: la descrizione dei pin.

A questo proposito ci viene in aiuto un interessante post redatto da Karen Leland, qui potrai trovare la versione completa.

Sicuramente una descrizione accurata e puntuale dei pin, attraverso un uso strategico delle keyword, porta vantaggi in termini di traffico e visibilità. Il limite di caratteri che è possibile utilizzare in Pinterest è 500: è necessario sfruttarli al massimo per ottenere i risultati desiderati!

Determinare il contesto

Non sono mai stata d’accordo con la frase “un’immagine vale più di mille parole”: non è affatto vero, perché un’immagine non contestualizzata si presta a mille interpretazioni. Quando si pinna su un determinato argomento, è bene seguire un filo logico coerente e in questo le board ci vengono in aiuto. Pinterest è l’unico social di successo organizzato verticalmente, e questo elemento deve essere alla base per ogni strategia studiata per la piattaforma.

Una descrizione accurata rende il pin più facilmente rintracciabile dall’utente interessato ad un determinato argomento.

Ecco un ottimo esempio di contestualizzazione di una board: il titolo dice tutto!

Ecco un ottimo esempio di contestualizzazione di una board: il titolo dice tutto!

Definire le specifiche del pin

Mai essere vaghi! Bisogna sempre andare dritti al punto: definire le caratteristiche specifiche del pin è fondamentale per incuriosire il possibile prospect e magari condurlo su uno store on line o su un sito. Come riportato nel post della Leland, descrivere un pin contenente possibili omaggi aziendali natalizi con prezzo e specifiche (a chi possono essere destinati? Che utilità hanno? Dove li posso comprare?) è molto più impattante che definirli come “regali adatti a tutti”.

Poche e semplici parole, incluso il prezzo. Una descrizione davvero efficace!

Poche e semplici parole, incluso il prezzo. Una descrizione davvero efficace!

Inserire sempre il link al proprio sito

Non solo integrato nel pin, ma anche nella descrizione, può rivelarsi un’utile strategia per veicolare traffico al proprio sito.

Amazon ha strategicamente inserito i link all'interno della descrizione, che viaggiano anche con i repin.

Amazon ha strategicamente inserito i link all’interno della descrizione, che viaggiano anche con i repin.

Scrivere una call to action forte e chiara

Una call-to-action chiara genera realmente engagement. La frase che la introduce deve essere chiara e intuitiva. Dei buoni attacchi potrebbero essere: “scarica gratuitamente l’ebook”, “per saperne di più visita…”, “per maggiori dettagli”… ecc.

Screenshot_7

Keyword sempre presenti!

Le keyword sono importanti: permettono di indicizzare e rintracciare facilmente i pin, raggrupparti per temi di ricerca. Le keyword sono alla base del “piacere della scoperta” principio sul quale si fonda Pinterest. Individua il gruppo di keyword tematico della tua board e utilizzale sempre coerentemente.

Scegli degli hashtag per la tua board e utilizzali con costanza.

Scegli degli hashtag per la tua board e utilizzali con costanza.

Attento alla netiquette!

Se pinni da un sito web o blog non di tua proprietà, non copiare e incollare le descrizioni fatte dal blogger: si tratta di violazione del diritto d’autore. Sii creativo, comunica perché quel pin per te è interessante e va condiviso.

Poche semplici regole sono alla base del pin vincente: cosa ne pensi?

About these ads
Messo il tag: , , ,
Posted in: Board