windows 10 key for sale cheap windows 7 key office 2016 key windows 10 product key windows 10 serial keys buy windows 7 key buy office 2016 key buy cheap windows 10 key winddows 10 product key sale
ERRORI DA EVITARE NEI NOMI DELLE TUE BOARD SU PINTEREST

5 errori da evitare nei nomi delle tue board su Pinterest

43 Flares 43 Flares ×

Pinterest, al pari degli altri social network, richiede un aggiornamento costante e una grande cura di tutti i dettagli. Oltre a pubblicare delle immagini accattivanti e in grado di mettere in evidenza i plus del tuo brand, devi ottimizzare le descrizioni, in modo da migliorare la visibilità dei tuoi contenuti sul motore di ricerca. In questa ottica, i nomi che scegli per le tue board hanno un’importanza strategica.

Il titolo della board è un elemento fondamentale su Pinterest, visto che comunica in modo immediato il contenuto e attira l’attenzione degli utenti. Prima di osservare i contenuti, molte persone decidono di seguire una board in base al nome. Se la tua board ha dei contenuti interessanti, ma il titolo è poco chiaro, corri il rischio di perdere dei follower potenzialmente interessati alla tua attività.

Un po’ di tempo fa abbiamo pubblicato un post con un elenco dei nomi più efficaci per le board del tuo profilo Pinterest. Stavolta facciamo il processo inverso, studiando quali sono gli errori da evitare quando scegliamo i titoli delle nostre board.

L’esperto di social media marketing Adrian Jock ci aiuta in questa ricerca, pubblicando una rassegna dei principali errori che si possono trovare sulla piattaforma. Vediamoli insieme.

1. Titoli che sono comprensibili solo a te

201  Pinterest - Copia

Quando il nome della tua board riguarda un argomento che potrebbe interessare i tuoi visitatori, quella board ottiene nuovi follower. Tuttavia, quando il nome non è chiaro al tuo target o fa riferimento a qualcosa che comprendi solo tu (magari perchè è un argomento molto tecnico), gli utenti ignorano la board e passano a un altro profilo.

Un esempio perfetto è “Guest Post”. Se nella tua biografia non hai indicato che sei un blogger, gli utenti avranno difficoltà a capire di cosa stai parlando. Inoltre, non è tanto il posto in cui pubblichi i tuoi contenuti (tuo blog o quello di terzi), ma l’argomento a fare la differenza. Se non indichi in modo chiaro il tuo settore di specializzazione, difficilmente gli utenti accederanno alla board in questione per capire di cosa stai parlando.

2. Titoli irrilevanti sia per te che per gli altri

random

 

Quando inizi a creare tante board, non sempre hai la giusta ispirazione per scegliere dei titoli di effetto. Allora inizi a usare dei nomi a caso come Other Pins, Miscellaneius, Everything o Random Pins. Anche se questa ti può sembrare una valida scappatoia, sappi che è un errore ai fini di marketing. Di solito queste board contengono dei pin privi di classificazione e per questo di secondaria importanza, che tolgono valore al tuoi profilo. Inoltre comunicano una situazione di abbandono e di scarso interesse per il tuo account Pinterest, assolutamente da evitare.

 

3. Titoli troppo lunghi

201  Pinterest

 

 

Quando usi dei titoli troppo lunghi, questi vengono tagliati nell’anteprima del profilo. In questo modo gli utenti non possono farsi un’idea dei contenuti, se non cliccando sulla board. I nomi delle board di Pinterest sono simili all’oggetto della mail. Se non sono comprensibili senza ulteriori azioni, gli utenti andranno via senza compiere l’azione necessaria ad avere maggiori informazioni su quello di cui stai parlando. Proprio per questo, è preferibile scegliere dei titoli che abbiano meno di 20 caratteri.

 

4.  Titoli troppo creativi, che fanno male alla SEO

4

 

Pinterest è il regno della creatività, alcune volte però si corre il rischio di esagerare. Non so se ti è mai capitato di vedere delle board piene di simboli, lettere e loghi particolari. Questi elementi, oltre che confondere gli utenti, sono dannosi per la SEO, visto che impediscono al motore di ricerca di indicizzare i contenuti delle tue board. In questo modo perdi l’opportunità di essere trovato da persone che hanno degli interessi simili ai tuoi: senza un titolo SEO, Pinterest non riesce a capire il contenuto dei tuoi pin. Ricorda, anche gli spazi tra le singole lettere possono essere controproducenti (per esempio B l o g g i n g).

 

5.  Titoli non in lingua inglese

5

 

 

Se sei un brand che opera sul mercato internazionale, devi usare la lingua inglese per il tuo profilo Pinterest. Scegliere di usare la tua lingua madre, può precluderti delle possibilità, visto che l’inglese è conosciuto da tutti, mentre le altre lingue non necessariamente. Anche se non ho bisogno di conoscere la tua lingua per osservare delle immagini, le descrizioni delle board scritte in una lingua che non comprendono, inducono gli utenti ad abbandonare il profilo ancor prima di aver visionato le singole board. In questo modo puoi perdere nuovi follower e repin in target.

E tu, hai notato altri errori su Pinterest? Scrivili pure nei commenti 😉

Credits

43 Flares Twitter 0 Facebook 25 Google+ 11 Pin It Share 4 LinkedIn 3 43 Flares ×

Valentina Tanzillo

Social media manager appassionata di Visual Storytelling, vivo praticamente online. Sono una Pinterest addicted: quando non parlo, pinno! Contributor per Pinterestitaly.

2 comments

Add yours

Post a new comment

43 Flares Twitter 0 Facebook 25 Google+ 11 Pin It Share 4 LinkedIn 3 43 Flares ×