windows 10 key for sale cheap windows 7 key office 2016 key windows 10 product key windows 10 serial keys buy windows 7 key buy office 2016 key buy cheap windows 10 key winddows 10 product key sale
2189461072_e7af0865de_o

Il contenuto su Pinterest è realmente il re: lo dimostrano i Related Pin

48 Flares 48 Flares ×

Sono attivi da agosto, non sono invasivi e spesso risultano più interessanti e “appetitosi” dei pin postati dai tuoi follower: sto parlando dei Related Pin, i pin coerenti con i tuoi interessi che Pinterest ti propone ogni volta che accedi al tuo News Feed.

Se devi fare mente locale per ricordare la loro esistenza, vuol dire che Pinterest sta svolgendo egregiamente il suo lavoro: i Related Pin non risultano affatto fastidiosi, né tanto meno “urlati”, a mio avviso sono uno strumento molto utile per approfondire una ricerca che sto affrontando in un determinato periodo. Questo perché i Related Pin sono sempre assolutamente coerenti con le keyword digitate dall’utente nelle ultime sessioni di ricerca.

Su Pinterest, quindi, si sta confermando sempre di più il concetto che non importa chi si segue, ma quello che si segue. Se al tuo prossimo accesso in Pinterest focalizzi la tua attenzione sulla presenza dei Related Pin, ti accorgerai che questi occupano più di un terzo del tuo stream. Ma questo non ti disturberà: trattano argomenti perfettamente in linea con quello che stai cercando.

[Tweet “Grazie ai #RelatedPin, #Pinterest è qualcosa di più di un motore di ricerca e di un social network”]

L’ho notato su me stessa: non mi importa chi seguo su Pinterest, anzi, devo ammettere che non ho la minima idea delle persone “fisiche” che seguo e ammetto di non conoscere personalmente neanche un quarto dei pinners con cui sono in contatto. Di contro, conosco perfettamente la tipologia di pin che animano quotidianamente il mio News Feed.

A mio avviso il “chi” diventerà sempre meno influente su Pinterest, per lasciare lo spazio al “cosa”: i Related Pin sono il concime che almentano questo mio sospetto.

Pinterest, infatti, si sta attrezzando per selezionare e proporre ogni giorno di più argomenti sui nostri News Feed, scavalcando le meccaniche di following in favore di logiche cucite sugli interessi degli utenti. Questo non vuol dire che le relazioni su Pinterest passano su un secondo piano, anzi: passano su un livello differente rispetto a quello a cui siamo abituati sulle piattaforme social. Pinterest premia la produzione di contenuti, selezionati bene a livello visivo (immagini di qualità) ed esplicitati correttamente a livello testuale (con un uso strategico di keyword e descrizioni).

Il sistema di filtro della piattaforma sarà sempre più approfondito e coerente, premierà la qualità, rendendo così la User Experience sempre più soddisfacente.

Questo mi fa pensare che il contenuto su Pinterest è realmente il re.

Sei d’accordo con questa mia affermazione? Facci sapere cosa ne pensi nei commenti!

Photocredits

48 Flares Twitter 0 Facebook 26 Google+ 5 Pin It Share 3 LinkedIn 14 48 Flares ×

Azzurra Tacente

Co-founder di Pinterestitaly e Social Media Strategist in Ambito 5, agenzia di Social Media Business a Milano. Trasforma quotidianamente in immagini e parole storia e valori dei brand, con l'obiettivo di creare un dialogo costante e coinvolgente con gli utenti.

Post a new comment

48 Flares Twitter 0 Facebook 26 Google+ 5 Pin It Share 3 LinkedIn 14 48 Flares ×