windows 10 key for sale cheap windows 7 key office 2016 key windows 10 product key windows 10 serial keys buy windows 7 key buy office 2016 key buy cheap windows 10 key winddows 10 product key sale
Come evitare il blocco account su Pinterest

Come evitare il blocco account su Pinterest

41 Flares 41 Flares ×

Per alcuni è solo una leggenda socialpolitana. Altri invece, proprio mentre stavano pinnando e repinnando, si sono ritrovati con l’account bloccato e lo vanno a raccontare in giro con la stessa espressione di Giuda: “Io non stavo facendo nulla di male e loro mi hanno tagliato fuori” – e a volte può davvero succedere che si venga bloccati “per errore”.

Ma se si conoscono (e si seguono) le regole del gioco, non si ha motivo di finire imprigionati o bloccati. Andiamo a vedere e ripassare insieme quali sono.

Immagini rubate

Chiariamo una cosa, una volta e per tutte: il fatto che le immagini siano pubblicate e pubbliche sul web non significa che si possano scaricare e riutilizzare. In realtà i diritti d’autore si possono violare in diversi modi.

Pinnare da un sito non verificato

Ci si imbatte facilmente in account che condividono immagini senza citare la fonte. Se questi account vengono indicati come spammosi, potresti ritrovarti considerato spam anche tu che condividi le sue immagini. Quindi occhio alla fonte: diffidate delle pagine Tumblr con nomi astrusi e da siti web con troppi link di affiliazione.

Condivisioni social senza controllo

Quante volte capita di trovare su Facebook un’immagine che ci piace tanto e muoriamo dalla voglia di condividerla anche su Pinterest? Attenzione: non basta scaricare l’immagine originale e ricaricarla su Pinterest, bisognerebbe anche accertarsi del link cui farla puntare, in modo da evitare eventuali rivendicazioni di paternità ed eventuali richieste di cancellazione del contenuto o, peggio, della segnalazione del nostro account.

Le immagini di Google

Pratica (purtroppo) ancora oggi usata da parecchi: se sia ha bisogno di un’immagine si va su Google, si effettua una ricerca, si sceglie l’immagine che più piace, si scarica e si utilizza su Pinterest. Non si può fare! Se qualcuno si accorge dell’utilizzo errato, può segnalare l’account (in America si può addirittura finire in galera per un “furto” anche se virtuale).

Ci sono diversi siti in cui potete trovare immagini royalty-free: unsplash.comgratisography.compicjumbo.com tra i tanti a disposizione. Prova a farci un giro.

La pratica di Follow/Unfollow

Questa pratica ha come obiettivo quello di incrementare il numero di follower, ma non ha nulla a che vedere con il marketing e con eventuali risultati tangibili di una strategia digitale.

Qualcuno ha pensato: ogni giorno, seguo dei nuovi account; quando questi mi ricambiano il favore e mi seguono, io non li seguo più. Morale della favola: io aumento i miei follower e gli altri invece no.

Peccato che questo comportamento sia molto fastidioso, sia per chi lo subisce che per chi lo attua: ci si ritrova infatti con la bacheca piena di contenuti non interessanti e si possono perdere occasioni interessanti di repinning.

Uso di App non autorizzate

A questo link puoi trovare le uniche App di terze parti autorizzate da Pinterest alla condivisione di contenuti schedulati e al controllo dei dati statistici.

Se per gestire i tuoi contenuti utilizzi un’App non autorizzata o che viola i termini di servizio di Pinterest, non solo potresti ritrovare con l’account bloccato, ma potresti anche mettere in pericolo la tua identità digitale (e i tuoi contenuti di conseguenza).

Commenti linkati inopportuni

Un’altra pratica che viene bacchettata (dai pinners e da Pinterest) è quella dei commenti inopportuni. Commentare è una delle azioni fondamentali del marketing: serve a rendere partecipi, a creare conversazioni, ma… commentare con dei link che riportano a contenuti (seppure inerenti all’argomento in questione) è una pratica da portare avanti solo quando si è sicuri di non urtare la sensibilità degli utenti.

Meglio sarebbe prima commentare a parole e, se opprtuno, magari chiedere se si può consigliare un link per chiarimenti e delucidazioni. A quel punto il commento linkato non sarà più visto come inopportuno, ma come utile 😉

 

E tu hai avuto esperienze in merito? Ti è mai successo che ti chiudessero l’account Pinterest per uno dei motivi indicati? Vuoi segnalarne altri o raccontarci la tua storia? Allora ti aspettiamo nei commenti 😉

 

[PhotoCredit]

41 Flares Twitter 0 Facebook 12 Google+ 25 Pin It Share 2 LinkedIn 2 41 Flares ×

Cinzia Di Martino

Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.

No comments

Add yours

41 Flares Twitter 0 Facebook 12 Google+ 25 Pin It Share 2 LinkedIn 2 41 Flares ×